semantic-cocoon

Come definire una struttura semantica SEO per il tuo sito web

Per ogni esigenza di posizionamento sui motori di ricerca contatta la nostra agenzia SEO

Se lavorate nel mondo della SEO, negli ultimi anni avrete sentito parlare del concetto di Semantic Cocoon. In questa pagina vedremo tutto quello che c’è da sapere su questa pratica SEO.

I principi fondamentali 

La SEO, nota anche come posizionamento organico, si è sempre basata su 4 pilastri indistruttibili:

  • Tecnica / Indicizzazione delle pagine

Si tratta semplicemente della capacità tecnica di un sito di indicizzare correttamente le pagine utili e di bloccare l’indicizzazione delle pagine inutili per la vostra strategia SEO.

  • Contenuti e parole chiave

Questo pilastro consiste semplicemente nella creazione di pagine e nell’utilizzo di un vocabolario composto da parole chiave adatte alle ricerche degli utenti di Internet. L’idea è quella di attenersi il più possibile alle query effettuate dagli utenti di Internet sui motori di ricerca.

  • Collegamento interno

Un altro aspetto importante di qualsiasi strategia SEO, è il link interno, che si basa sulla condivisione di link tra pagine dello stesso sito web. È quindi possibile creare diverse strutture ad albero per collegare tra loro le pagine più utili. 

  • Collegamento esterno

Infine, ma non per questo meno importante, il netlinking consiste nella possibilità di creare collegamenti da siti terzi al proprio sito. L’acquisizione di questi link esterni, chiamati backlink, rafforza la vostra popolarità agli occhi dei motori di ricerca, che tenderanno quindi a valutare meglio le vostre pagine nelle SERP.

Che cos’è la SEO semantica?

Democratizzato dalla “rockstar” della sfera SEO francese, Laurent Bourrelly, il concetto di SEO semantico non è né più né meno che un metodo di architettura ad albero del web. L’obiettivo è quello di collegare le pagine tra di loro, utilizzando una logica di pagine madri e figlie.

Differenza tra Siloing e Semantic Cocoon?

I puristi diranno che si tratta di due strategie molto diverse. In realtà, le differenze sono minime e la logica rimane la stessa: collegare tra loro pagine semanticamente simili. Siete in una pagina che parla di “abiti da donna”, sarebbe assurdo proporre link a “divani”. In entrambi i casi, il consulente SEO cercherà di ridurre il più possibile i link incoerenti che possono essere realizzati su un sito.

Qual è il suo impatto?

Al di là della logica del linking interno, l’interesse maggiore per il vostro referenziamento naturale a pensare all’implementazione di una struttura di questo tipo, è la necessità di creare molte pagine che permettano di indirizzare tutte le parole chiave strategiche. Non lo si ripeterà mai abbastanza, ma “senza pagine e senza parole chiave è difficile classificarsi…”.

Come creare la SEO semantica?

Le fasi di costruzione 

  • Ricerca di parole chiave

Il primo passo per impostare la struttura semantica per la SEO è quello di elencare tutte le parole chiave a cui dovete puntare nel referenziamento naturale.

  • Creazione di pagine

Il secondo passo è ovviamente quello di creare le diverse pagine che vi permetteranno di rispondere efficacemente a tutte le parole chiave che avete individuato nella prima fase della vostra strategia.

  • Impostazione della rete

La terza e ultima fase della costruzione di una struttura semantica per la SEO consiste nel creare i link interni che collegheranno tra loro le diverse pagine del sito.

Strumenti per realizzare una struttura semantica per la SEO

Dato che la SEO è un mondo di “marketing”, è logico che, non appena viene lanciata una nuova tendenza, compaiano una moltitudine di strumenti SEO per facilitare il compito dei professionisti:

  • Gephi: uno strumento di analisi e visualizzazione delle reti che consente di progettare una rappresentazione visiva dell’architettura dei collegamenti interni del sito. Questo può aiutare a capire meglio i collegamenti tra le pagine.
  • Cocon.se: come suggerisce il nome, Cocon.se è uno strumento specializzato in creazioni di strutture semantiche per la SEO. Permette di fare più o meno le stesse cose di Gephi, ma con una semplicità sconcertante. Mentre Gephi richiede conoscenza e padronanza dello strumento, Cocon.se consente di visualizzare rapidamente l’architettura del sito web.
  • Bombyx: Bombyx è un plugin per WordPress sviluppato e convalidato dallo stesso Laurent Bourrelly. Questa estensione consente di integrare semplicemente una struttura semantica per la SEO con WordPress, quando non si ha il tempo o la possibilità di farlo manualmente.
  • Mindmap express: citiamo anche Mindmap Express, uno strumento gratuito che consente di creare rapidamente una mappa. Questa mappatura delle parole chiave vi permetterà poi di ordinare e progettare più facilmente la creazione delle vostre pagine che comporranno la struttura semantica.

A chi rivolgersi per la propria strategia SEO?

State cercando di sviluppare la vostra visibilità organica e non sapete a chi rivolgervi? L’agenzia Ranking Road Italia è qui per aiutarvi. In qualità di agenzia SEO e di specialista di contenuti, assistiamo i nostri clienti nella progettazione e nell’implementazione di strategie SEO, nella ricerca a pagamento e nell’impiego di soluzioni di misurazione dell’audience di Analytics. Ogni servizio è unico e personalizzato in base alla strategia e agli obiettivi aziendali del cliente.

.