Cerca
Close this search box.

Digitario

SEO per i video

seo per i video
Indice

I video sono diventati un formato essenziale per la creazione e il consumo di contenuti sul web. Con l’indicizzazione dei video da parte di Google su milioni di siti, ottimizzare i video per la SEO è diventato fondamentale. I video possono apparire in diverse posizioni su Google, inclusa la pagina principale dei risultati di ricerca, i risultati di ricerca dei video, Google Immagini e Discover.

Posizionamento video Google: aiuta il motore di ricerca a trovarli

Per ottimizzare i video per i motori di ricerca e posizionarli in cima alla classifica, è essenziale seguire alcune pratiche che aiutano i bot di Google a capire il formato, contenuto ecc.

Il video deve essere inserito in pagina web accessibili ai bot

Assicurati che ogni video sia disponibile su una pagina web pubblica e accessibile. Evita di bloccare queste pagine con il file robots.txt o con tag meta noindex.

Crea pagine dedicate ai video

Per una massima esposizione, crea una pagina dedicata per ogni video, dove il video è l’elemento centrale. Questo è particolarmente utile per funzionalità come Momenti chiave o il Badge Dal vivo.

Utilizza i tag HTML per incorporare i video

Utilizza tag HTML appropriati come <video>, <embed>, <iframe> o <object> per includere i video nella tua pagina.

Sitemap per i Video

Crea e invia una Sitemap per i video a Google per facilitare ulteriormente la scoperta dei tuoi video.

Evita Caricamenti Complessi

Assicurati che i video siano facilmente accessibili e non richiedano azioni complesse o frammenti di URL specifici.

 

Verificare che i video possono essere indicizzati

Miniature di Alta Qualità

Fornisci una miniatura di alta qualità per ogni video. Una miniatura di alta qualità funge da vetrina per il tuo video, attirando l’attenzione degli utenti e incentivando i clic. Una buona miniatura deve essere visivamente accattivante e rappresentativa del contenuto del video. Implementazione: Puoi specificare la miniatura per il tuo video in diversi modi.

 

Dati Strutturati

Utilizza dati strutturati per descrivere i tuoi video. I dati strutturati consentono ai motori di ricerca di comprendere meglio il contenuto e la struttura dei tuoi video, migliorando la possibilità che vengano mostrati in modo prominente nei risultati di ricerca. Utilizza schemi di markup come Schema.org per fornire dettagli specifici sui tuoi video, come titolo, descrizione, durata, e URL della miniatura.

Assicurati che le informazioni fornite nei dati strutturati siano precise e coerenti con il contenuto effettivo del video. Le discrepanze possono portare a una scarsa esperienza utente e potenzialmente influenzare negativamente il tuo ranking nei motori di ricerca.

 

Come indicizzare i video

Per garantire che i tuoi contenuti video siano facilmente recuperabili e indicizzabili da Google, è fondamentale prestare attenzione a due aspetti principali: l’accessibilità dei file video e l’uso di formati di file supportati.

  1. Accessibilità ai File dei Video:
    • Evitare Blocchi: Assicurati che i file video non siano bloccati dal tag noindex o dal file robots.txt. Questi blocchi possono impedire a Google di accedere e indicizzare i tuoi contenuti video.
    • Capacità del Server: Verifica che la pagina host e il server di streaming siano adeguatamente configurati con sufficiente larghezza di banda. Questo è cruciale per consentire a Google di scansionare e indicizzare efficacemente i tuoi video senza interruzioni o rallentamenti.
  2. Formati di File Supportati:
    • Varietà di Formati: Google è in grado di indicizzare diversi formati di file video, tra cui 3GP, MP4, WebM, e altri. È importante utilizzare formati ampiamente supportati per assicurare la compatibilità con i motori di ricerca e una vasta gamma di dispositivi degli utenti.
    • Stabilità degli URL: Utilizza URL stabili e affidabili sia per i tuoi file video che per le miniature. Gli URL instabili o in costante cambiamento possono creare difficoltà nell’indicizzazione e nel tracciamento dei tuoi contenuti da parte dei motori di ricerca.

Implementando queste pratiche, aumenterai significativamente le possibilità che i tuoi video siano non solo trovati, ma anche correttamente indicizzati e visualizzati nei risultati di ricerca di Google. Questo può portare a una maggiore visibilità e accessibilità dei tuoi contenuti video per il tuo pubblico target.

 

Abilitare Funzionalità Video Specifiche

Per abilitare e sfruttare al meglio queste funzionalità video, è importante seguire alcuni passaggi specifici. Ecco una guida dettagliata per ciascuna delle funzionalità che hai menzionato:

1. Anteprime Video

Le anteprime video sono brevi clip generate automaticamente che possono aiutare gli utenti a decidere se guardare il tuo video. Ecco come abilitarle:

  • Carica il Video su Google: Assicurati che il tuo video sia accessibile a Google. Puoi caricarlo su piattaforme come YouTube o sul tuo sito web.
  • Ottimizza per la Ricerca: Usa titoli, descrizioni e tag pertinenti per aiutare Google a comprendere il contenotto del tuo video.
  • Consenti Anteprime: Nelle impostazioni della piattaforma dove hai caricato il video (come YouTube), assicurati che l’opzione per le anteprime video sia attivata.

2. Momenti Chiave

I momenti chiave permettono agli utenti di saltare direttamente a parti specifiche del video. Per utilizzare questa funzionalità:

  • Usa Dati Strutturati: Se il tuo video è sul tuo sito web, puoi utilizzare i dati strutturati (schema.org) per segnalare i momenti chiave. Questo richiede l’aggiunta di specifici markup al codice della tua pagina.
  • Segnala Momenti Specifici: Identifica i momenti chiave nel tuo video e utilizza i dati strutturati per segnalarli, indicando il titolo del momento e il timestamp corrispondente.
  • Verifica il Markup: Utilizza lo Strumento di Test dei Dati Strutturati di Google per assicurarti che il tuo markup sia corretto.

3. Badge Dal Vivo per Live Streaming

Per i video in live streaming, un badge “DAL VIVO” può aumentare la visibilità:

  • Utilizza Piattaforme Compatibili: Assicurati di utilizzare una piattaforma di streaming che sia riconosciuta da Google, come YouTube.
  • Imposta i Dati Strutturati per Live Streaming: Aggiungi dati strutturati specifici per il live streaming alla tua pagina. Questo include dettagli come il titolo dello streaming, la descrizione, la data/ora di inizio, e l’URL.
  • Verifica in Tempo Reale: Assicurati che il badge “DAL VIVO” appaia nei risultati di ricerca quando sei in diretta. Puoi controllare questo aspetto cercando il tuo stream su Google durante la diretta.

Consigli Generali

  • Monitora le Prestazioni: Utilizza strumenti come Google Analytics e Google Search Console per monitorare come i tuoi video stanno performando nei risultati di ricerca.
  • Ottimizza Continuamente: Basandoti sui dati raccolti, continua a ottimizzare i tuoi video e le tue strategie di markup.
  • Rimani Aggiornato: Le pratiche migliori e le tecnologie cambiano, quindi è importante rimanere aggiornato sulle ultime novità nel campo del SEO per video.

Seguendo questi passaggi, puoi migliorare significativamente la visibilità e l’engagement dei tuoi video nei risultati di ricerca.

Ottimizzazione SEO video: la checklist

  1. Titolo Ottimizzato: Il titolo del tuo video dovrebbe essere accattivante e contenere parole chiave pertinenti. Questo aiuta i motori di ricerca a comprendere di cosa tratta il tuo video e migliora la possibilità che venga mostrato in risposta a ricerche pertinenti.
  2. Descrizione Dettagliata: Usa la descrizione per fornire contesto sul tuo video, includendo parole chiave rilevanti. Una buona descrizione aiuta i motori di ricerca e gli utenti a capire il contenuto del video.
  3. Tag e Categorie: Utilizza tag pertinenti per descrivere il tuo video. I tag aiutano i motori di ricerca a capire il contesto e la rilevanza del tuo contenito. Inoltre, categorizzare correttamente il tuo video aiuta a raggiungere il pubblico giusto.
  4. Miniatura Personalizzata: Una miniatura attraente e rilevante può aumentare significativamente il tasso di clic (CTR) del tuo video. Le miniature devono essere visivamente accattivanti e rappresentative del contenuto del video.
  5. Trascrizione e Sottotitoli: Fornire una trascrizione completa del tuo video e includere sottotitoli può non solo rendere il tuo contenuto accessibile a un pubblico più ampio, ma anche fornire più testo che i motori di ricerca possono indicizzare.
  6. Qualità del Contenuto: I video di alta qualità, sia in termini di produzione che di contenuto, tendono ad avere un engagement migliore. Un contenuto interessante e di valore tende a generare più condivisioni e backlink.
  7. Ottimizzazione per Dispositivi Mobili: Assicurati che i tuoi video siano ottimizzati per la visualizzazione su dispositivi mobili, dato che una grande parte degli utenti guarda video su smartphone e tablet.
  8. Promozione del Video: Condividi i tuoi video su diverse piattaforme social e incorporali nel tuo sito web o blog. Questo non solo aumenta la visibilità del tuo video ma può anche generare backlink di qualità.
  9. Analisi e Adattamento: Usa strumenti analitici per monitorare le prestazioni dei tuoi video. Guarda metriche come visualizzazioni, tempo di visione medio, tasso di clic e interazioni. Usa queste informazioni per adattare e migliorare le tue future strategie video.
  10. SEO per Piattaforme Specifiche: Se stai pubblicando su piattaforme come YouTube, ottimizza i tuoi video per quella piattaforma specifica. YouTube, ad esempio, ha il suo algoritmo di ricerca e raccomandazione che richiede un approccio specifico.