Cerca
Close this search box.

Digitario

Cos’è Google BERT e quali novità ha introdotto

Google Bert come funziona
Indice

Google BERT(Bidirectional Encoder Representations from Transformers) rappresenta una rivoluzione nel modo in cui Google interpreta le query degli utenti. Questo aggiornamento all’algoritmo di ricerca è stato progettato per fornire risultati più pertinenti e comprensibili, migliorando l’esperienza di ricerca online. Esploriamo in dettaglio cosa sia Google BERT e come abbia cambiato il panorama delle ricerche su Internet.

Il Contesto di Google BERT

Evoluzione degli Algoritmi di Ricerca

L’incessante impegno di Google per migliorare la precisione delle risposte alle query ha portato a un costante sviluppo degli algoritmi di ricerca. Da algoritmi iniziali a BERT, c’è stata un’evoluzione significativa nella capacità di comprendere il linguaggio umano.

L’Importanza della Comprensione del Contesto

BERT pone l’accento sulla comprensione del contesto nelle frasi, superando le limitazioni dei modelli precedenti che trattavano le parole in modo isolato. Questa innovazione consente a Google di comprendere meglio il significato delle frasi e fornire risposte più pertinenti.

 

Come Funziona Google BERT

Elaborazione Bidirezionale

BERT si caratterizza per la sua elaborazione bidirezionale, in quanto analizza il contesto delle parole sia prima che dopo una specifica parola all’interno di una frase. Questa approccio consente una comprensione più esaustiva e precisa del significato complessivo della frase, permettendo di cogliere le relazioni e il contesto in modo più approfondito rispetto ai modelli precedenti.

Il Ruolo delle Pre-training

BERT è stato pre-addestrato su un enorme corpus di testo (principalmente Wikipedia e BooksCorpus), durante il quale ha appreso modelli di lingua senza alcuna supervisione specifica sui dati. Il pre-addestramento si divide in due compiti principali: il Masked Language Model (MLM) e il Next Sentence Prediction (NSP).

1. Nel compito MLM, alcune parole nel testo di input sono nascoste (ossia “mascherate”) e il modello tenta di prevedere la parola originale. Questo allenamento bi-direzionale in contesti sinistro e destro consente al modello di comprendere meglio il contesto di ogni parola.

2. Il compito NSP riguarda la comprensione della relazione tra due frasi. A BERT vengono fornite coppie di frasi, e il modello deve predire se la seconda frase è il logico seguito della prima.

Questi processi di pre-addestramento consentono a BERT di acquisire una comprensione profonda del linguaggio e della struttura della lingua che può poi essere affinata con addestramenti successivi specifici per compiti particolari (fase di fine-tuning) su dataset più piccoli e focalizzati. In tal modo, il modello diventa molto efficace nell’interpretare le query e le frasi complesse, catturando anche sottili sfumature linguistiche e contestuali.

Contestualizzazione delle Parole Chiave

Uno degli aspetti innovativi e potenti di BERT risiede nella sua capacità di comprendere il contesto in cui le parole chiave sono usate all’interno delle frasi. A differenza di metodi precedenti che consideravano le parole in modo più isolato o lineare, BERT valuta le parole all’interno del loro contesto bidirezionale, ovvero prendendo in considerazione le informazioni provenienti da entrambi i lati della parola nell’espressione.

Questa approccio permette a BERT di interpretare il significato di preposizioni, pronomi e congiunzioni che sono essenziali per la comprensione del contesto e del significato effettivo di una frase. Per esempio, nella frase “A banca sul fiume”, la parola “sul” è una preposizione che lega “banca” a “fiume”, e il modello deve capire che “banca” in questo contesto si riferisce a un luogo geografico e non a un’istituzione finanziaria.

La capacità di analizzare il ruolo e le relazioni tra parole basandosi sul loro contesto consente a BERT di interpretare correttamente le query degli utenti e di fornire risultati più accurati e pertinenti. Questo si rivela particolarmente utile in campo della ricerca e della comprensione del testo, dove la precisione nella comprensione del significato può significativamente migliorare la qualità dell’informazione estratta o della risposta fornita.

 

Impatto di Google BERT sui Risultati di Ricerca

Maggiore Pertinenza

L’integrazione di BERT nei motori di ricerca, come quello di Google, ha portato a un miglioramento significativo nella pertinenza dei risultati di ricerca. Poiché BERT è in grado di interpretare il contesto delle parole in una query, può fornire risposte che si allineano meglio alle intenzioni degli utenti.

Ad esempio, prese in considerazione le sfumature delle preposizioni o l’ordine delle parole in una frase, BERT aiuta a distinguere il significato preciso di query che un tempo potevano confondere i motori di ricerca più tradizionali. Questo significa che se un utente effettua una domanda complessa o formula una query in modo conversazionale, il motore di ricerca è ora molto più attrezzato per fornire risultati specifici che rispondono direttamente al punto della domanda.

La capacità di comprendere queste complessità linguistiche si traduce in una qualità migliore non solo per quanto riguarda le risposte a domande dirette, ma anche nell’individuazione di contenuti pertinenti al contesto più ampio dell’interesse dell’utente. A livello pratico, gli utenti notano meno fraintendimenti e deviazioni tematiche quando cercano informazioni, il che rende l’esperienza di ricerca complessivamente più efficiente e soddisfacente.

Affinamento Delle Ricerche Vocali

Con l’ascesa della ricerca vocale tramite assistenti vocali intelligenti come Google Assistant, Siri, e Alexa, la capacità di comprendere e processare query naturali e conversazionali è diventata cruciale. BERT, grazie alla sua capacità di analizzare il contesto delle parole in modo bidirezionale, è particolarmente adatto per gestire il tipo di richieste complesse che spesso emergono nella ricerca vocale.

Quando le persone usano la ricerca vocale, tendono a esprimersi in modo più naturale e colloquiale, proprio come farebbero in una conversazione normale. Questo significa che le query vocali spesso includono sfumature e implicazioni che necessitano di un’analisi contestuale profonda per essere correttamente interpretate. BERT è stato progettato proprio per affrontare tali sfide, consentendo ai motori di ricerca di migliorare notevolmente l’interpretazione delle intenzioni dell’utente e fornire risposte pertinenti alle richieste fatte oralmente.

Grazie a BERT, la ricerca vocale ha fatto progressi significativi: le domande poste in modo colloquiale sono interpretate con una maggiore accuratezza rispetto a prima, il che porta a un’esperienza utente molto migliorata, con risultati più rapidi e affidabili che corrispondono a ciò che gli utenti cercano realmente.

 

Come è cambiata la SEO con Google BERT

Con l’introduzione di Google BERT, sono intervenuti diversi cambiamenti significativi nel campo della Search Engine Optimization (SEO). Ecco alcuni degli aspetti fondamentali:

  • Focus sul Linguaggio Naturale: Gli esperti di SEO devono prestare maggiore attenzione al linguaggio naturale e al modo in cui le persone formulano realmente le loro domande. BERT è stato sviluppato per comprendere meglio il contesto delle parole nelle ricerche, quindi i contenuti che utilizzano un linguaggio naturale e fluido sono generalmente favoriti.
  • Rilevanza del Contenuto: La qualità e la rilevanza del contenuto sono diventate ancora più cruciali. BERT mira a rispondere in modo più preciso e pertinente alle query degli utenti, il che significa che i contenuti scritti esclusivamente per “ingannare” i motori di ricerca e non per fornire valore agli utenti, perdono efficacia.
  • Importanza del Contesto: Le parole chiave da sole non bastano più. BERT analizza le parole nel contesto di tutte le altre parole presenti nella query o nel contenuto, quindi la coerenza tematica e la chiarezza del contesto diventano parametri importanti.
  • Fine delle Strategie basate su Keywords: La SEO tradizionale che si concentra troppo sull’ottimizzazione per parole chiave specifiche o sul riempimento di parole chiave (keyword stuffing) è meno efficace. L’approccio deve essere più orientato alla costruzione di narrazioni complesse e interrelate che rispondono alle intenzioni dell’utente.
  • Domande e Risposte: Considerato che BERT può aiutare Google a interpretare meglio le domande, i siti che offrono informazioni chiare e risposte dirette a problemi o domande comuni potrebbero trarre vantaggio in termini di ranking.
  • Snippet in primo piano e Risposte Dirette: BERT può influenzare quali risultati vengono selezionati per gli snippet in primo piano (featured snippets) di Google e le risposte dirette. Avere contenuti che rispondono precisamente e autorevolmente alle domande degli utenti diventa quindi una tattica SEO più rilevante.
  • Strutturazione dei Dati e Schema Markup: Continua a essere importante l’uso di dati strutturati e schema markup per aiutare i motori di ricerca a comprendere il contesto e il significato dei contenuti, soprattutto per le entità e i concetti presenti nelle pagine web.

In sostanza, con BERT, la SEO si sposta ulteriormente dalla semplice ottimizzazione delle parole chiave verso la creazione di un’esperienza utente ricca, valore aggiunto e contenuto pertinente. La capacità di scrivere in modo chiaro e intuitivo, rispondendo in modo completo alle domande e ai bisogni dell’utente, diventa fondamentale per avere successo in un’era influenzata da BERT e dagli sviluppi futuri in campo di intelligenza artificiale e comprensione del linguaggio naturale.